mercoledì 25 settembre 2013

L'AVVENTUROSO: Un pezzo del Fumetto Italiano




L'avventuroso vede la sua nascita nel 1934 dalla casa editrice Nerbini. La testata è stata diretta prima da Mario Nerbini poi da Paolo Lorenzi. 
Il primo numero è uscito il 14 ottobre 1934, la testata pubblicava fumetti importati dagli stati uniti completi dei baloon dei dialoghi, che all'epoca non erano ancora utilizzati da tutti, sopratutto nei fumetti di origine italiana.
Il primo numero dell'avventuroso era così composto:
  • prima pagina: Flash Gordon;
  • pagina 2: un romanzo d' avventure a puntate;
  • pagina 3: Radio Patrol;
  • pagine 4 e 5: L'agente segreto X-9
  • pagina 6: Dal deserto alla giungla (storia italiana senza baloon)
  • pagina 7: Il cacciatore di serpenti (storia italiana senza baloon)
  • pagina 8: Jim, l'uomo della giungla





L'AVVENTUROSO attirò le attenzioni del regime fascista, perché sulla rivista venivano pubblicati dei nudi femminili e scene violente. Questo tipo di linea editoriale portava alla immediata chiusura della testa, ma per l'avventuroso non fu cosi. Infatti, grazie alla appartenenza al partito fascista di Mario Nerbini (di cui era membro sin dalla sua costituzione), alla testa basto censurare i vari nudi femminili per continuare la pubblicazione.
Oltre alla modifica delle scene dei nudi a cui venivano aggiunti dei vestiti, venivano eliminate gli elementi del copyright per mascherare il fatto che molti dei fumetti pubblicati avevamo origine americana. 
Tra gli eroi a fumetti americani ricordiamo: Mandrake e Flash Gordon! (di cui parleremo più avanti).
Compaiono anche storie di fumettisti italiani, tra le varie storie ci sono: LO SPRETTO DI STOCCOLMA, LA PRIGIONIERA DEL RAS ( ambientata nelle guerra in Etiopia).
Nel 1943 L' AVVENTUROSO viene costretto a chiudere e a convogliare nelle testata del TOPOLINO.

Anche se breve, spero che questo post possa avere suscitato l'interesse verso questa testata e la voglia di leggerlo....