mercoledì 18 settembre 2013

L'AUDACE: Una vecchia gloria sempre affascinante





L'AUDACE è stato un settimanale pubblicato dal 1934 al 1944, dalla casa editrice SOCIETÀ ANONIMA EDITRICE VECCHI.
Il primo numero risale al 7 gennaio del 1934, era composto da 16 pagine e costava 30 centesimi. Le storie pubblicate era di provenienza inglese era ancora in forma di testo accompagnate da alcune didascalie senza le nuvole per i dialoghi. Tra i vari personaggi ricordiamo le storie dei tre moschettieri e Macoy.
I primi numeri non diedero i risultati sperati, così la casa editrice decise di cambiare il formato, passando da una edizione di 16 pagine ad una di 8 pagine con un formato piu' grande inoltre portò il prezzo da 30 a 20 lire. Anche questa soluzione però non riuscì a far decollare la rivista.
Nello stesso periodo veniva pubblicato L'AVVENTUROSO, (di cui parleremo qui in seguito) convince gli editori a cambiare la linea editoriale passando dai fumetti inglesi a quelli americani, e dalle storie di testo a quelli a fumetto. Così nel febbraio 1934, l'Audace era così composto:
  • in prima pagina le tavole domenicali di Brick Bradford;
  • a pagina 2 un racconto in testo;
  • a pagina 3 L'intrepido Bill
  • a pagina 4 La cintura di diamanti e il suo topper Storielle quasi stupide
  • a pagina 5 La Pattuglia volante, ovvero le tavole domenicali di Radio Patrol le cui strisce giornaliere sono pubblicate nell'avventuroso;
  • a pagina 6 La freccia d'argento (di produzione britannica)
  • a pagina 7 un racconto in testo
  • a pagina 8 le tavole domenicali di Tarzan



Questa nuova linea editoria ha successo e si ritaglia la sua fetta di mercato. Negli anni la testa sarà stampata da diverse case editrici tra cui la SAEV e ARNOLDO MONDATORI EDITORI di Gianluigi Bonelli(che ne fu anche autore). 
L'ultimo numero della testata è del 10 febbraio 1944, che in quegli anni cambiò il nome in ALBO AUDACE. Nome cambiato nel 1942 dalla casa editrice ARNOLDO MONDATORI EDITORI.
Raccontare in un post 10 anni di vita di un albo è cosa molto difficile, sicuramente sono state tralasciate alcuni eventi e raccontati in breve molti altri, per curiosità o profondi menti potete scrivermi a barberio.francesco@yahoo.it
Nei prossimi giorni parleremo di alcuni dei personaggi pubblicati su questa testata, ma mai dimenticati!